image

Cari amici bloggers,
bentrovati!
Ultimo giorno qui ad Amsterdam…dedicato ad una ulteriore visita della citta’ che riserva sempre delle sorprese e delle novita’ come ad esempio questa tipica pasticceria dalla vetrina piena di delizione leccornie!

Amsterdam e’ una citta’ che ben si presta ad essere esplorata a piedi, perche’ e’ piacevole passeggiare per le vie del centro. In alternativa esiste un ottimo servizio di trasporto pubblico, specie su ferro (tram e treni), oppure numerosi taxi che, pero’ non sono propriamente economici. Ma se avete voglia di qualcosa di originale, potreste visitarla in calesse, oppure su una delle canal bike, una sorta di pedalo’ in versione ridotta che puo’ ospitare sino a 4 persone delle quali due dovranno pedalare, eh?!

image

image

Durante la mia passeggiata mi sono inoltrato nella zona occidentale della citta’ dove si trovano alcune importanti tappe turistico-culturali quali la West Kerk, o chiesa occidentale e la casa di Anna Frank, dove e’ possibile visitare la camera in cui visse e scrisse il suo diario la giovane ebrea durante il secondo conflitto mondiale.La casa di Anna Frank e’ anche un museo con alcuni degli oggetti originali appartenuti alla giovane deportata.

image

image

image

image

Antistante alla West Kerk sorge l’homomonument, un monumento dedicato alla commemorazione degli omosessuali e delle persecuzioni e discriminazioni che hanno subito nel corso dei secoli specie durante il secondo conflitto mondiale quando gli omosessuali erano obbligati ad indossare un distintivo triangolare di colore rosa.Il monumento si caratterizza appunto per tre triangoli, uno dei quali e’ rosa, che formano un unico grande triangolo.Passato,presente e futuro.Su uno dei triangoli e’ riportata una frase di un giovane poeta omosessuale olandese:”un infinito desiderio di amicizia”. Secondo me questa frase, oggi piu’ che mai attuale, ben racchiude l’essenza di ciascun omosessuale che vive una condizione di perenne solitudine ed e’ alla continua e spasmodica ricerca di un’amicizia della quale, tuttavia, non riesce mai a fidarsi pienamente temendo di esserne tradito.

image

image

image

Da una zona all’altra della citta’…adiacente a piazza Dam sorge il quartiere a luci rosse che si estende sino alla stazione centrale. Esso e’ innanzitutto molto caratteristico da un punto di vista architettonico, perche’ qui sorgono i piu’ antichi edifici della citta’. Tuttavia e’ altrettanto famoso per la presenza delle prostitute che ricevono i propri clienti ina casette pulite, alle cui finestre sono installate luci e tendaggi dal colore rosso, da cui il nome. Ad Amsterdam la prostituzione e’ legale ed e’ regolarmente tassata.

image

image

image

image

image

image

image

Nel quartiere a luci rosse sorge anche la Oude Kerk, ovvero la chiesa piu’ antica della citta’

image

image

Molto caratteristico e’ anche il Rembrandt plein, ovvero il quartiere dedicato al grande artista, vicino alla zona dei musei, dove sorge un parco commemorativo con tanto di statua e fontana. Poco distante la sua casa-museo.

image

image

image

Ma…sono convinto che da qualsiasi prospettiva la si veda, Amsterdam e’ molto interessante e riserva interessanti sorprese per il turista che potra’ sbizzarrirsi a fotografarne i diversi scorci paesaggistici…

image

image

image

image

image

image

image

image

image

Pensate che alcuni olandesi hanno deciso di vivere stabilendosi permanentemente in una barca adattata a mo’ di casa ormeggiata lungo i numerosi canali artificiali che riccordano vagamente la nostra bella ed unica Venezia e sono valsi ad Amsterdam l ‘appellativo di Venezia del Nord…

image

Bene cari amici con questo ultimo scatto concludo il mio post su Amsterdam…vado a pranzo e poi ancora full immersion in citta’…Amsterdam, infinitamente Amsterdam…
Grazie, a presto!

Condividi!